Ipertensione Arteriosa

Ipertensione Arteriosa

Può essere definita come uno stato costante (non occasionale) di pressione arteriosa elevata rispetto agli standard fisiologici considerati normali: 130 per la massima o sistolica, ed 80 per la minima o diastolica.

L’aumento dei valori pressori non sempre si accompagna alla comparsa di sintomi e proprio per questo motivo si tende spesso a sottovalutarne il rischio.

In una percentuale di individui molto bassa l’aumento della pressione sanguigna rappresenta la conseguenza di malattie, congenite o acquisite, che interessano i reni, i surreni, i vasi, il cuore (ipertensione secondaria). Nella maggior parte dei casi invece si parla di ipertensione primaria, la cui eziopatogenesi è multifattoriale. Familiarità, età e stili di vita non corretti sono i principali fattori predisponenti.

Il controllo del peso corporeo e del sale introdotto con la dieta sono fondamentali per il ripristino dei valori pressori e nelle forme più lievi possono rappresentare l’unica terapia. Se il medico lo ritenesse necessario va introdotta la terapia farmacologica ma, anche in questo caso, un supporto nutrizionale risulta fondamentale. DCD può aiutarvi a raggiungere il vostro peso ideale con un piano alimentare a ridotto contenuto di sodio.

Messaggia su WhatsApp